numeri-fortunati

Numeri fortunati: quali sono e come trovarli

Quante volte abbiamo sperato che quelli giocati potessero essere proprio quelli giusti? I numeri fortunati! Invece di provare e riprovare, buttando là numeri a caso, perché non provare a capire quali sono i nostri numeri fortunati? I sistemi per individuarli ci sono e sono molti. Premesso che nessuno è in grado di garantire che siano poi davvero i numeri che vi renderanno ricchi, perché non provare lo stesso? Tanto per giocare si gioca e chissà… magari funziona davvero!

I numeri ricorrenti

La Numerologia ritiene che i numeri siano alla base dell’intero Universo. Ogni cosa, persona, evento può essere ricondotto ad una sequenza numerica. La musica, la matematica, l’astronomia non si esprimono forse in rapporti numerici? E, nondimeno, ci sono sequenze numeriche  tendono a ricorrere con una certa frequenza nella vita di ciascuno di noi. Ad ogni data, ad ogni evento, ad ogni parola, infatti, può essere associato un numero compreso tra 1 e 9, altri chiamati numeri Maestri, e più precisamente i numeri 11, 22, 33, e, infine, i Karmici: 13, il 14, il 16 e il 19. Questi numeri sembrano scandire la quotidianità o il destino delle persone. Sono in genere numeri legati alle sue esperienze affettive e personali, al suo Karma appuntoNumeri che presentano sempre delle affinità con eventi passati, presenti e futuri della sua vita.

Esistono diversi metodi per individuare i numeri karmici, che utilizzano come chiave di ricerca il nome, la data di nascita,il segno zodiacale … Vediamone insieme alcuni tra i più utilizzati.

Metodo della Piramide

Il “Metodo della Piramide” ricava il numero fortunato a partire dal nome di battesimo. Si associa ad ogni lettera dell’alfabeto un numero procedendo secondo la sequenza dell’alfabeto e della progressione numerica, cioè A=1, B=2, C=3, e così via. In caso il nome sia così lungo da corrispondere ad un numero pari o maggiore di 10 si considererà solo l’unità (ad esempio 15=5; 18=8). Si vanno quindi a scrivere le cifre ricavate dalle lettere del proprio nome in una sequenza numerica. Ad esempio:

L U I G I
2 0  9 7 9

A questo punto si sommano la prima e la seconda cifra riportando il risultato ottenuto nella riga successiva. Si continua allo stesso modo con il secondo e terzo numero, riportando tutte le volte il risultato nella riga successiva. La terza con la quarta, la quarta con la quinta e così via. Nell’esempio che riportiamo sotto, dopo aver associato a ciascuna lettera il numero corrispondente avremo: 2+0=2   0+9=0  9+7=6   7+9=6  (nei casi in cui il totale è pari o supera 10 si indicherà solo il numero corrispondente all’unità. Si procede con lo stesso procedimento nella nuova sequenza ottenuta e così fino ad ottenere un unico numero. Nell’esempio fatto quindi si avrà:

L U I G I
2 0  9 7 9
2 0 6 6
2 0 2
2 0
2
Finito di costruire la nostra piramide numerica avremo il nostro numero Fortunato. In questo caso il 2.

Metodo del segno zodiacale

Secondo l’astrologia, ogni segno zodiacale è legato imprescindibilmente ad alcuni numeri.  Vediamo quali:

  • Ariete  7-47-87
  • Toro    5-25-75
  • Gemelli 3-13-33
  • Cancro 2-12-72
  • Leone  1-81-91
  • Vergine 3-23-33
  • Bilancia 5-25-35
  • Scorpione 7-47-87
  • Sagittario 4-14-24
  • Capricorno 8-18-28
  • Acquario 9-39-49
  • Pesci 4-14-24

Metodo della data di nascita

Ci sono due diversi modi di procedere al calcolo. Il più semplice e intuitivo ritiene numero fortunato quello corrispondente al giorno della propria nascita. L’altro sistema invece prevede la somma delle cifre di tutta la data e del risultato: 01/01/1950 = 17; 1+7= 8. Volendo si può considerare solo il primo risultato, cioè 17 in questo caso, senza sommare ulteriormente le cifre ottenute, anche se in numerologia è più corretto il sistema di riduzione dei numeri di cui abbiamo parlato prima. or