yin_yang_Fotor

Yin e Yang – La legge del cielo e della terra

Yin e Yang

Il concetto dello Yin e Yang ha origini antichissime (I millennio a.C.). Gli ideogrammi utilizzati per rappresentarli presentano una radice comune e possono essere tradotti approssimativamente con la locuzione. “il lato in ombra della collina per lo yin e “il lato soleggiato della collina per lo yang. Lo yang, il “lato soleggiato della collina”, corrisponde al giorno e al movimento, al contrario dello yin, che. facendo riferimento al “lato in ombra della collina”, corrisponde alla notte e alla staticità.


“Yin e Yang sono la legge del Cielo e della Terra, lo schema di tutte le cose, i generatori del cambiamento, l’origine della nascita e della distruzione”, così è definito il concetto di “Yin e Yang” nel Suwen (un antico trattato di medicina tradizionale cinese).

Il mito della creazione

Lo Yin e Yang, inteso come coppia primigenia a cui si deve l’origine di tutti gli altri esseri viventi, costituisce il fondamento di uno dei miti cinesi della creazione.
Yin e Yang: lo yang (la materia leggera dell’universo, la forza del sole e della luce) formò il cielo mentre lo Yin (la materia pesante, il buio e l’ombra) andò a formare la terra. Prima di allora non esisteva altro che il caos, il Wu Chi, il potenziale nulla.

yin_yang_universe_Fotor

Ha quindi inizio il Tai-Chi che è la prima forza che nasce, e che dividendosi creò le due potenze dello yin e dello yang, Yin, potenza del buio e dell’ombra, e Yang, potenza del sole e della luce ebbero un figlio, un dio chiamato Pan Gu, il creatore del mondo così come lo conosciamo. Pan Gu nacque da un enorme uovo, dentro il quale visse, nell’oscurità più completa, per diciottomila anni. Poi l’uovo si ruppe e le parti chiare e leggere dell’uovo volarono in alto a formare i cieli, le parti scure e pesanti dell’uovo sprofondarono in basso a formare la terra. A quel punto Pan Gu, che era cresciuto tanto da diventare un gigante, uscì dal guscio e si mise in piedi ergendosi in tutta la sua altezza e cominciò a spingere per dividere il cielo dalla terra. Trascorsero cosi altri diciottomila anni poi, Pan Gu stremato da tanta fatica, si distese a terra ed esalò il suo respiro da cui ebbero origine le nuvole e il vento, mentre dal rombo della sua voce rombante ebbe origine il tuono. L’occhio destro divenne la luna e l’occhio sinistro il sole. I capelli e i baffi divennero le stelle nel cielo e il suo sudore divenne pioggia e rugiada.

Yin e Yang – Il continuo movimento

Fondata sull’opposizione di due forze antitetiche e complementari, questa teoria dualistica si basa sul movimento continuo dallo yin allo yang, e poi di nuovo al yin in un’alternanza dei due principi che fornisce la spiegazione di tutti i fenomeni naturali. Tutto è compreso nelle leggi periodiche, cicliche di questo modello di alternanza.
L’estremo contiene la radice del cambiamento: il massimo dello Yin è l’inizio di un nuovo ciclo Yang e viceversa: Tutto questo e’ rappresentato graficamente con il simbolo “Tai Ji” il noto disegno del cerchio bicolore, bianco (yang) e nero (yin), diviso in due parti uguali senza alcun riferimento morale a buono e cattivo, a forma di mandorle, simmetricamente opposte per mezzo di una curva a forma di S, verticale. In entrambe le parti un pallino rotondo dell’altro colore, a simboleggiare la fase iniziale del principio opposto.

Yin maschile Yang femminile

La tradizione accorda alla natura femminile tutto ciò che è yin, e alla natura maschile tutto ciò che è yang. Yin è freddo, oscuro, umido e inerte, Yang è caldo, chiaro, secco e in movimento.
Il concetto “ritmico” di yin e di yang ha guidato la filosofia e l’intero pensiero cinese in ogni tempo. Presente nel Taoismo, nel Confucianesimo, in molte arti marziali cinesi e nella divinazione I Ching, è soprattutto presente nella medicina tradizionale cinese.

5_elementi_Fotor

Yin e Yang e la medicina cinese

La medicina cinese divide il corpo in parti Yin e in parti Yang (in generale, l’interno del corpo è Yang, la superficie del corpo è Yin, la parte anteriore è Yin, il dorso è Yang) e considera la salute basata sul loro equilibrio. Ogni malattia è vista come rottura di tale equilibrio.
lo Yin e lo Yang in equilibrio mantengono il corpo in salute, mentre uno squilibrio verso una delle due condizioni provoca malattie. Comprendere la Natura e le leggi che la governano consentono di individuare quegli stili di vita che in quanto in armonia con esse ci consentono di godere buona salute e quindi felicità.

Equilibrio in due tempi

Lo Yin e lo Yang sono entrambi presenti in ogni individuo. Nella loro complementarità, aumentando e diminuendo, si alimentano a vicenda per essere in equilibrio.
L’equilibrio esiste secondo un ritmo in due tempi: un tempo attivo e un tempo passivo, un tempo ascendenti e un tempo declinante: nei processi respiratori l’inspirazione necessita dell’espirazione; nel battito cardiaco, la sistole è seguita dalla diastole. Tutto l’ordine universale è costituito dall’equilibrio di questi due tempi complementari.
Possono però verificarsi degli sbilanciamenti in eccesso o in difetto causati da squilibri più o meno consapevoli nel “modo di essere nel cosmo”. Questo può causare una minaccia per il benessere della persona. Ristabilire l’armonia tra i suoi ritmi interni e l’ambiente che lo circonda per la tradizione cinese, consentirà il mantenimento della sua salute.

Le principali suddivisioni:

Ogni parte del corpo umano ha una connotazione prevalentemente Yin o Yang. Gli organi yin sono responsabili dell’immagazzinamento e della trasformazione; gli organi yang sono destinati invece all’assimilazione, all’assorbimento e all’eliminazione.

Sono considerati Yang la Parte Superiore, la Parte Posteriore; l’Esterno: sono yang la pelle,lo stomaco, l’intestino tenue, il colon, la cistifellea e la vescica.
Sono considerati Yin la Parte Inferiore; la Parte Anteriore e l’Interno: sono yin il fegato, il cuore, il polmone, la milza, il rene e il ventre.
Un eccesso di Yang provocherà agitazione, ansia o insonnia, secchezza delle fauci, feci secche e urina scarsa e densa. Un eccesso di Yin genererà invece astenia, sonnolenza, edemi, gonfiori, urine abbondanti e feci di consistenza molle.